Scritto da

Terminalia Arjuna rimedio ayurvedico per il cuore

Arjuna è un tonico naturale, utile per mantenere una sana funzione cardiaca e riduzione degli effetti dello stress e nervosismo

Rimedi ayurvedici casalinghi con Arjuna

L'albero Terminalia, è costituito da tre specie che vengono utilizzate in medicina. Sono Terminalia chebula (una delle erbe del Triphala, la preparazione ayurvedica), Terminalia bellerica e Terminalia arjuna. Terminalia arjuna comunemente chiamata arjuna, è un rimedio ayurvedico che riequilibra i tre Dosha.

Il medico indiano Vagbhata è stato il primo ad utilizzarlo per i disturbi legati al cuore. L'arjuna è una medicina importante sia nei sistemi ayurvedici che nei sistemi di medicina allopatica (occidentale). La corteccia dell'albero è un tonico cardiaco.

arjuna corteccia rimedio ayurvedico simona vignaliBenefici della Terminalia Arjuna

La corteccia d'arjuna contiene flavonoidi, toni, saponina e glicosidi. Esso contiene anche sali di calcio e magnesio. I flavonoidi sono antiossidanti e anti-infiammatori, mentre i glicosidi sono un cardio-tonificante. La corteccia dell'albero è anche ben fornita di coenzima Q-10, che migliora la funzione cardiaca e abbassa la pressione sanguigna. La pianta è anche un diuretico leggero, un diluente di sangue e la prostaglandina ne aumenta le proprietà di abbassamento dei lipidi nel sangue.

I benefici dell'Arjuna per il cuore

Si dice che l'arjuna procuri benefici al cuore, nutrendone i muscoli. Aiuta anche la vasocostrizione (restringimento dei vasi sanguigni) e la vasodilatazione (apertura o dilatazione dei vasi sanguigni), necessarie per il corretto funzionamento dei sistemi circolatori. La cortecciaarjuna rimedio ayurvedico cuore pressione sanguigna dell'albero viene utilizzata per condizioni come insufficienza cardiaca, battito cardiaco irregolare e malattie coronariche. L'arjuna rinforza il cuore ed è considerato più efficace della nitroglicerina. Arjuna riduce con successo gli attacchi di angina pectoris, un dolore al centro del petto causato da insufficiente ossigenazione del muscolo cardiaco a causa di una momentanea diminuzione del flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie.

Ipertensione: i benefici dell'Arjuna 

Arjuna è usato per dare un sollievo sintomatico nei casi di ipertensione, come vertigini, insonnia, mal di testa e incapacità di concentrazione. La corteccia dell'albero è ben fornita di coenzima Q-10, il che aiuta a ridurre la pressione sanguigna. Gli studi hanno dimostrato che l'erba ha contribuito a ridurre la pressione sanguigna sistolica di riposo.

arjuna rimedio ayurvedico contro ferite ustioni simona vignaliArjuna contro le ferite

Arjuna è molto efficace nei casi di ferite. Può essere applicato localmente sulle ustioni. Quando viene applicato sulle ferite, aiuta a prevenire la perdita del sangue e aiuta a coagulare il sangue. Gli estratti etanolici dell'arjuna hanno proprietà specifiche che aiutano a guarire ferite.

Arjuna, rimedio naturale abbassa i livelli di colesterolo

Si dice che Arjuna abbia la capacità di contenere l'assorbimento dei lipidi del sangue e quindi regola il colesterolo. Possiede proprietà ipolipidemiche. 

Altri benefici dell'Arjuna

È un diuretico e un tonico generale per la cirrosi epatica. Alcuni studi hanno dimostrato che i gravi danni cellulari causati dall'Helicobacter pylori lipopolysaccharide, il potente virus responsabile di ulcera gastrica e gastrite, sono mitigati dall'arjuna. Questo indica la sua capacità di combattere i fattori che danneggiano la mucosa gastrica e la sua ulcerazione. L'arjuna ha composti che proteggono il danno delle tossine al DNA. 

Efficaci rimedi naturali a casa

Terminalia arjuna è disponibile sotto forma di capsule, the, estratti e tinture.

Il the di Arjuna

La preparazione del the di arjuna è basata su un metodo ayurvedico chiamato ksheer pak. Per fare il the di arjuna, mettere una tazza di acqua e 1 tazza di latte in una padella. Poi aggiungere 1 cucchiaino di polvere di arjuna e quindi mescolare la miscela. Fare bollire la miscela e farla cuocere a fuoco lento. Fare bollire finché non si riduce a una tazza.
Togliere il tè e aggiungere dolcificante naturale se necessario (non zucchero bianco).

 

In qualunque caso, specie se di malattia, di seri problemi di salute o di alimentazione, consiglio sempre a tutti di rivolgersi al proprio medico curante o a uno specialista del settore. I miei articoli sull’ Ayurveda non intendono fornire elementi di diagnosi né di terapia, né sostituirsi alla professionalità medica o paramedica. Come autrice di numerosi libri sulla Salute Naturale, il mio scopo è continuare la mia attività divulgativa tramite web e YouTube. Simona Vignali

15-25 Agosto 2019

Vuoi rilassarti nel verde e fare un...
corso di massaggio ayurvedico personalizzato?

Gli insegnanti della SIMA sono a tua disposizione per corsi individuali nel verde delle colline emiliane.

Scegli tu le date e quale corso frequentare!

Scopri come partecipare